Borgate romane. Storia e forma urbana.pdf

Borgate romane. Storia e forma urbana

Milena Farina,Luciano Villani

Nate in territori di frontiera tra la città e la campagna, le borgate realizzate dallIstituto Case Popolari dalla seconda metà degli anni Trenta hanno conservato nel processo di espansione urbana una loro distinta identità e sono oggi tra i luoghi più affascinanti e vitali della periferia romana. Seppur afflitte da profondi problemi, nonché prigioniere di antichi e mai del tutto sopiti pregiudizi, appaiono come isole dalle qualità e dalle risorse inaspettate nella marea urbanizzata della capitale. La bassa densità, la generosità degli spazi aperti e il loro rapporto misurato con il costruito, sono i caratteri distintivi delle borgate ufficiali/

Borgate romane: storia e forma urbana / DE PIERI, Filippo. - In: PLANNING PERSPECTIVES. - ISSN 0266-5433. - 33:1(2018), pp. 148-149. Borgate romane. Storia e forma urbana Milena Farina, Luciano Villani . Lingua: italiano; Anno di pubblicazione: 2017; Collana: Mosaico; Caratteristiche: 22x21, pp.208 ...

3.61 MB Dimensione del file
9788867641062 ISBN
Gratis PREZZO
Borgate romane. Storia e forma urbana.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.zool.st o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

In pochi periodi della storia dell'architettura come il nostro si riscontra ... impiegati e fini da raggiungere, ricerche su organismi architettonici e urbani formatisi attraverso processi di correzioni e aggiornamen- ... È ancora pos... storici verso le periferie urbane, e con l'introduzione ufficiale delle città ... e problematici, caratterizzati dall'assenza delle stratificazioni e della storia. Luoghi ... per giungere, infine, dal silenzio della rappresentazio...

avatar
Mattio Mazio

Le borgate nate in epoca fascista rappresentano una pagina fondamentale della storia di Roma contemporanea. Additate come i luoghi più malfamati della città, specchio dei suoi contrasti socio-economici e urbanistici, in esse può riassumersi il modo disordinato in cui la capitale è cresciuta e si è sviluppata. Avamposti dell’espansione edilizia del secondo dopoguerra, le borgate hanno ... Le borgate del fascismo. Storia urbana, politica e sociale della periferia romana: Le borgate nate in epoca fascista rappresentano una pagina fondamentale della storia di Roma contemporanea.Additate come i luoghi più malfamati della città, specchio dei suoi contrasti socio-economici e urbanistici, in esse può riassumersi il modo disordinato in cui la capitale è cresciuta e si è sviluppata.

avatar
Noels Schulzzi

Borgate romane. Storia e forma urbana. 449 likes. Il libro ricostruisce la storia delle borgate romane dal fascismo al dopoguerra, i principi insediativi, i caratteri tipologici e i temi figurativi.

avatar
Jason Statham

È autrice dei libri "Spazi e figure dell'abitare. Il progetto della residenza contemporanea in Olanda" (Quodlibet 2012) e "Borgate romane. Storia e forma urbana" ... ... Farina, Borgate romane. Storia e forma urbana, librio, 2017; Le borgate del fascismo. Storia urbana, politica e sociale della periferia romana, Ledizioni, 2012  ...

avatar
Jessica Kolhmann

Borgate romane. Storia e forma urbana è un grande libro. Ha scritto l'autore Milena Farina,Luciano Villani. Sul nostro sito web elbe-kirchentag.de puoi scaricare il libro Borgate romane. Storia e forma urbana . Così come altri libri dell'autore Milena Farina,Luciano Villani. A strutturare la storia degli edifici pubblici a Roma è stato lo storico Luciano Villani, coautore di “Borgate romane. Storia e forma urbana”. Proletari e sottoproletari, che disturbano la vetrina propagandistica del fascismo, sparati in casette squallide senza servizi né quartiere e disperse nel deserto dell’Agro, lontane chilometri