De hominis dignitate.pdf

De hominis dignitate

Giovanni Pico della Mirandola

In questo piccolo volume sono accostate due figure d’eccezione: Giovanni Pico della Mirandola, uno dei più importanti filosofi del Rinascimento europeo ed Eugenio Garin, il maggiore studioso della sua opera. Luogo di questo singolare incontro è l’Oratio De hominis dignitate, testo-archetipo della cultura umanistica e rinascimentale. Le Edizioni della Normale lo ripropongono al lettore sia per rimettere in circolazione pagine che hanno contato nella cultura europea sia come segno di omaggio a uno studioso non dimenticabile e non dimenticato.

Oratio de hominis dignitate (excerto em italiano)* Giovanni Pico DELLA MIRANDOLA § 1. Preambolo 1. Ho letto, molto venerabili Padri, nelle fonti degli Arabi che Abdalla Saraceno interrogato su che cosa, in questa sorta di scena del mondo, scorgesse di sommamente mirabile, rispose che non scorgeva nulla di più mirabile dell'uomo. Pico della Mirandola Oratio de hominis dignitate - 1496 §1 §1 1. Legi, Patres colendissimi, in Arabum 1. Ho letto, molto venerabili Padri, monumentis, interrogatum Abdalam nelle fonti degli Arabi che Abdalla sarracenum, quid in hac quasi mundana Saraceno interrogato su che cosa, in scena ...

9.76 MB Dimensione del file
9788876421822 ISBN
De hominis dignitate.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.zool.st o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Pico della Mirandola Oratio de hominis dignitate - 1496 §1 §1 1. Legi, Patres colendissimi, in Arabum 1. Ho letto, molto venerabili Padri, monumentis, interrogatum Abdalam nelle fonti degli Arabi che Abdalla sarracenum, quid in hac quasi mundana Saraceno interrogato su che cosa, in scena ... The Oration on the Dignity of Man (De hominis dignitate) is a famous public discourse composed in 1486 by Pico della Mirandola, an Italian scholar and philosopher of the Renaissance. It remained unpublished until 1496.

avatar
Mattio Mazio

Pico della Mirandola , indubbiamente uno degli ingegni più vivaci dell' Accademia platonica, dotato di una cultura immensa e disordinata e di una memoria divenuta proverbiale , riecheggia nell' orazione " de hominis dignitate " gli argomenti già in parte trattati dall' umanista Giannozzo Manetti , tuttavia con quella consapevolezza di natura teoretica che difettava nello scrittore precedente .

avatar
Noels Schulzzi

Magnus Hundt's Antropologium de hominis dignitate, natura et proprietatibus, de elementis, partibus et membris humani corporis, published in Leipzig in 1501, serves to explain the body not only anatomically and physiologically, but philosophically and religiously too, stating that humans were created in the image of God and represent a microcosm of the world as God created it. Giovanni Pico della Mirandola, count di Concordia, (born Feb. 24, 1463, Mirandola, duchy of Ferrara [Italy]—died Nov. 17, 1494, Florence), Italian scholar and Platonist philosopher whose De hominis dignitate oratio (“Oration on the Dignity of Man”), a characteristic Renaissance work composed in 1486, reflected his syncretistic method of taking the best elements from other philosophies and combining them in his own work.

avatar
Jason Statham

1) De Oratio de hominis dignitate (Oratie over de waardigheid van de mens) is de nooit gehouden rede van Giovanni Pico della Mirandola (1463–1494) (... Già Dio, sommo padre ed architetto del mondo, aveva costruito, secondo le leggi della ... GIOVANNI PICO DELLA MIRANDOLA dall'Oratio de hominis dignitate.

avatar
Jessica Kolhmann

Oratio de hominis dignitate, (Discorso sulla dignità dell'uomo), 1486. 900 Tesis de omni re scibili o Conclusiones philosophicae, cabalisticae et theologicae nongentae in omni genere scientiarum, (900 tesi su tutte le cose conoscibili o Novecento conclusioni filosofiche, cabalistiche e teologiche in ogni genere di scienze), 1486. Apologia, 1487.