Vajont. Storia di una diga.pdf

Vajont. Storia di una diga

none

9 ottobre 1963, confine tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Poco dopo le dieci e mezzo di sera 260 milioni di metri cubi di roccia si staccano dal Monte Toc e precipitano nel bacino artificiale della diga del Vajont, provocando unonda gigantesca che scavalca la struttura e travolge i paesi di Erto, Frassen, San Martino, Col di Spesse, Patata, Il Cristo, Casso, Pineda, Longarone, Codissago, Castellavazzo, Villanuova, Pirago, Faè e Rivalta. I morti sono quasi duemila, pochissimi i feriti. A 50 anni di distanza, la ricostruzione di una delle tragedie più annunciate e denunciate della storia italiana: il genocidio di unintera comunità, provocato dalla mano criminale di una classe industriale senza scrupoli e da uno Stato incapace di difendere il territorio e i suoi cittadini.

Vajont - Storia di una diga ripercorre tutta la vicenda, fin dagli inizi, ai tempi di un fascismo agli sgoccioli, poi i vari progetti nel dopoguerra, fino alla costruzione della diga più grande del mondo (allora), nonostante i vari pareri negativi di esperti autorevoli. Il libro fa nomi e cognomi, cita dati, ci fa conoscere la SADE, ditta veneziana del Conte Volpi, l'iniziatore del progetto. della diga del Vajont è anche e soprattutto la storia di un’Italia incamminata lungo l’impetuosa, ma anche contraddittoria, trasformazione del boom economico. La decisione di costruire la diga fu presa nel 1956 per iniziativa della SADE, la Società Adriatica di Elettricità di Venezia. Il progetto si presentò

7.45 MB Dimensione del file
9788897555766 ISBN
Gratis PREZZO
Vajont. Storia di una diga.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.zool.st o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La tragedia del 1963, quando il lago tracimò e sommerse Longarone. ... terra e rocce del monte Toc si staccarono e franarono nel lago artificiale della diga del Vajont. ... C'è una patetica e inverosimile storia d'amore che si sta... La costruzione della diga nella stretta valle del Vajont e la successiva catastrofe restano un drammatico capitolo della storia di Erto e Casso...

avatar
Mattio Mazio

Se proviamo a ricostruire la storia della costruzione della Diga del Vajont ci accorgiamo che, come molti ritengono, quella del 1963 è stata una tragedia “annunciata”. Nel 1929, in seguito ad un sopralluogo effettuato da due tecnici esperti, la Valle del Vajont fu ritenuta idonea per poterci costruire un … 08/10/2020

avatar
Noels Schulzzi

*Vajont : storia di una diga / Francesco Niccolini, Duccio Boscoli. - [Padova] : Becco Giallo, 2018. - 143 p. : fumetti ; 24 cm. - Bibliotu, portale di Biblioteche di Roma, ricerca libri Roma cd dvd, servizi lettura prestito consultazione postazioni internet incontri seminari corsi eventi appuntamenti ed iniziative gratis per tutti. Bibliocard a 5%, sconti e convenzioni su teatri eventi e negozi. La storia della piccola comunità venne sconvolta dalla costruzione della diga del Vajont, che determinò la frana del monte Toc nel lago

avatar
Jason Statham

28 feb 2020 ... La lunga storia della diga del Vajont, delle comunità di Erto e Casso, di quanto insomma successe nei lunghi anni che precedettero la fatidica ...

avatar
Jessica Kolhmann

Conoscevo già la storia, l’ho conosciuta in modo tremendamente immersivo durante la visita alla mostra Vajont l’onda della morte a Rovigo, ho letto quello che c’era da leggere ma poi ti trovi là, sulla diga, con la tremarella e guardando dritto verso quella che oggi è una nuova Longarone e immagini, immagini quella notte disastrosa