«Disonesto ma non criminale». La giustizia e i privilegi dei potenti.pdf

«Disonesto ma non criminale». La giustizia e i privilegi dei potenti

Amedeo Cottino

Il 2 dicembre 1984, i gas tossici della fabbrica di pesticidi detta multinazionale Union Carbide, per un errore di manutenzione, provocano nel giro di poche ore tra i sedicimila e i trentamila morti a Bhopal, città indiana del Madhya Pradesh. Nel marzo del 1989 dalla petroliera Exxon Valdes, della multinazionale Exxon, fuoriescono undici milioni di galloni di petrolio: un incidente che contamina più di mille chilometri di spiagge e distrugge le condizioni di vita di migliaia di nativi americani. Nel 2003, in Italia, sono morte per infortuni sul lavoro 1.237 persone. Chi risponde di queste stragi, di questi morti? Individui singoli? Strutture? Gerarchie? Un dato certo è il potere che sta alla base di queste violenze.

13 feb 2018 ... Promuove attività di sensibilizzazione e di educazione alla cittadinanza. ... 132- 139; Cottino A., Disonesto ma non Criminale. La giustizia e i privilegi di potenti, Carocci, Roma, 2005; Mosconi G., Padovan D., La fabbrica...

4.34 MB Dimensione del file
9788843035243 ISBN
Gratis PREZZO
«Disonesto ma non criminale». La giustizia e i privilegi dei potenti.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.zool.st o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Le contraddizioni del capitalismo, l’anomia, le tensioni e le strutture di opportunità (lecite e illecite), la scelta razionale, il controllo sociale, la cultura aziendale, e perfino la natura umana, costituiscono i principali ambiti teorici presi i considerazione per dare ragione dei crimini dei potenti. A. Cottino, Disonesto ma non criminale. Antonino Saio, detto Nino, è stato uno dei personaggi di spicco del clan dei catanesi. Ha commesso numerosi omicidi, rapine ed estorsioni. Collabora con la giustizia dal 1984. Attualmente detenuto, sta scontando una pena di diciassette anni per un duplice assassinio commesso quando era in libertà vigilata. Attraverso il suo racconto emergono i particolari di una vita difficile e violenta ...

avatar
Mattio Mazio

comprare libri on line «Disonesto ma non criminale». La giustizia e i privilegi dei potenti, libri più venduti «Disonesto ma non criminale».

avatar
Noels Schulzzi

Ai potenti spettano infatti alcuni privilegi: di poter violare impunemente la legge; di rappresentarsi come "non devianti"; di opporsi efficacemente a norme che ne possano criminalizzare i comportamenti. Dal canto suo, la cultura egemone offre ai potenti un ampio ventaglio di strumenti per ridefinire e/o oscurare la realtà violenta.

avatar
Jason Statham

«Disonesto ma non criminale». La giustizia e i privilegi dei potenti, Libro di Amedeo Cottino. Sconto 5% e Spedizione gratuita per ordini superiori a 25 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Carocci, collana Frecce, brossura, settembre 2005, 9788843035243.

avatar
Jessica Kolhmann

1 l'osteria, ancora luogo di stravizi e di inganno,. 2 il palazzo di giustizia, nuovo " spazio del potere" che conferma la visione negativa di Manzoni rispetto all'eser-. 20 ott 2008 ... dell'Unione Europea, del Dipartimento della Giustizia americano e di diversi governi nazionali. ... procedure di sicurezza non hanno funzionato (e quindi vanno modificate) e/o ... informatici più potenti, l'analist...