Borromini.pdf

Borromini

Giulio C. Argan

Pubblicato pre la prima volta nel 1955, lo studio di Argan rappresenta una fondamentale sintesi dellopera di Francesco Borromini, insieme a Bernini il creatore della grande Roma barocca.

21 Sep 2020 ... Francesco Borromini, Italian architect who was a chief formulator of Baroque architectural style. Borromini (he changed his name from Castelli ...

7.29 MB Dimensione del file
9788838317156 ISBN
Borromini.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.zool.st o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Francesco Borromini nasce a Bissone, sul lago di Lugano, nel 1599. Dopo aver soggiornato e lavorato a Milano come intagliatore di marmi, si reca a Roma intorno al 1620. Il suo primo lavoro di scalpellino si svolge in San Pietro dove esegue teste di cherubini, balaustre, festoni. da Borromini - in larga misura chiese - trasformarono Roma in una città barocca. Alla continua ricerca di insolite forme volumetriche nello spazio, si dedicò esclusivamente all'architettura. Nei suoi edifici la combinazione di masse piene e vuote diede luogo a un movimento

avatar
Mattio Mazio

Acquista il libro I ponti di Borromini di Paolo Portoghesi in offerta; lo trovi online a prezzi scontati su La Feltrinelli.

avatar
Noels Schulzzi

Borromini (1599-1667), nacque a Bissone. Trasferitosi a Milano, iniziò a lavorare come scalpellino. Nel 1614 si recò a Roma, per entrare nella bottega di Maderno, suo lontano parente. La sua prima... L'architetto Francesco Castelli, detto il Borromini (Bissone, Lugano 1599 - Roma 1667), è con Bernini l'altro grande protagonista del barocco romano. Dal 1621 fu a Roma, dove cominciò a svolgere la sua attività alle dipendenze di Carlo Maderno, lavorando come scalpellino al cupolino di S. Andrea della Valle (1621-23) e alla fabbrica di S. Pietro (1624-30).

avatar
Jason Statham

La chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane, soprannominata San Carlino, fu costruita da Francesco Borromini per il piccolo convento dei Trinitari Spagnoli. È dedicata a Carlo Borromeo e deve la sua qualifica "alle quattro fontane" al nome nella piazza adiacente, incrocio di due strade trafficate, dove ogni angolo è occupato da una fontana. Borromini - San Carlo alle Quattro Fontane. La chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane, detta San Carlino per le sue piccole dimensioni, è la prima importante commissione di Borromini come architetto indipendente. I lavori, iniziati nel 1635, a causa delle ridotte risorse finanziarie, si concludono nel 1667.

avatar
Jessica Kolhmann

Terrazza Borromini. Negli spazi della Galleria D'Arte al quarto piano, è attivo il ristorante Terrazza Borromini, accessibile ai clienti dell'albergo. Propone un menù ispirato alla tradizione romana, con l'apertura a materie prime provenienti da tutte le regioni italiane.